You are browsing the archive for Banlieue - CLAUDIA POZZOLI.

Décryptage Banlieue

November 18, 2011 in

Trailer

Cinque anni dopo le sommosse del 2005, il crogiuolo etnico, sociale e culturale delle banlieues continua a ribollire tra le promesse mancate, il rischio di nuove violenze e il desiderio di fuga di chi vi abita. ’Décryptage Banlieue’, documentario girato in estate nelle periferie parigine, è forse il primo tentativo di rappresentare una piccola parte dell’universo banlieue nella sua vita quotidiana: i quartieri di Bobigny, Villiers-Le-Bel, Saint Denis, Nanterre, La Courneuve furono teatro di scontri violenti con la polizia nel 2005 e nel 2007. Oggi finiscono sui grandi media nazionali solo se scoppia una nuova rivolta. Attraverso il racconto dei residenti della periferia popolare emergono le aspirazioni, la frustrazione, la rassegnazione, ma anche la fierezza e l’orgoglio di essere nati e cresciuti in luoghi che ‘temprano il carattere’. “Chi se la cava qui se la cava ovunque”, raccontano i giovani della banlieue. Eppure, come spiega uno dei maggiori sociologi francesi, Robert Castel, chi proviene dalla banlieue ha cinque volte meno probabilità di trovare lavoro, e la discriminazione, anche poliziesca, nei confronti di si chiama Mahmoud, Abdul o Ibrahim è sempre dietro l’angolo. “Ragazzi che possono diventare da un momento all’altro bombe viventi”, secondo la definizione di Mabrouck Rachedi, algerino, nato in banlieue e diventato scrittore di denuncia. La denuncia di uno Stato che non c’è: l’ambizioso progetto di Sarkozy lanciato all’indomani dei moti del 2005 ha fallito. Un miliardo di euro speso da allora non ha cambiato la condizione di emarginazione nella quale vivono gli immigrati di prima e seconda generazione. Tuttavia, squarciato il pregiudizio che la vuole violenta, disadattata o criminale, con ‘Décryptage Banlieue’ mostriamo una comunità come molte altre, composta da dj e rapper, da impiegati, imprenditori, consiglieri comunali, pugili, scrittori, studenti. Una comunità che compone in prima persona il mosaico della realtà in cui vive, con un unico rammarico: non poterlo ‘decriptare’ attraverso la lente della normalità. Anche per questo abbiamo cercato di dar loro voce. Una voce per una volta non coperta dal frastuono delle sirene.

Reportage e immagini di Luca Galassi, regia e montaggio Claudia Pozzoli, prodotto da Peacereporter.

Versione integrale 53′

Documentaries

November 2, 2011 in

 Terra in moto 25′

Un viaggio nella Bassa dopo il terremoto del 2012 per mettere in luce le contraddizioni, i bisogni e le opportunità di un territorio disseminato di zone rosse a tempo indeterminato.

Di Anna Pellizzone e Cora Ranci, montaggio Claudia Pozzoli, finanziato con crowdfunding tramite PubblicoBene.

2013

 

 

Inside Beijing | 融入北京 53′

Inside Beijing is a multimedia project covering the political and cultural capital of China. A diary describing Beijing through words, images, sounds and noises. It focuses mainly on two aspects connected to each other: the urban development of the metropolis and the evolution of the Chinese culture. What ideas lie at the heart of the city’s various places? Why, for example, Beijing boasts a gigantic square but has no public spaces? What kind of connection exists between the official and the popular culture emanating from the underbelly of the city? Inside Beijing is also meant to be a tribute to Beijing, a city which can be either fascinating or unbearable, but it never leaves you indifferent.

A project by Gabriele Battaglia and Claudia Pozzoli

(ENG/IT subtitles)

2012

 

 

The Empty House (La casa gialla) 49′

Il documentario prodotto da PeaceReporter racconta il dramma delle persone scomparse durante la guerra in Kosovo, nel 1999, che si teme siano vittime di un traffico d’organi.

Reportage di Nicola Sessa e Christian Elia, foto Gianluca Cecere, regia e montaggio Claudia Pozzoli. Prodotto da Peacereporter.

2010

 

Décryptage Banlieue 53′

Cinque anni dopo le sommosse del 2005, il crogiuolo etnico, sociale e culturale delle banlieues continua a ribollire tra le promesse mancate, il rischio di nuove violenze e il desiderio di fuga di chi vi abita. ’Décryptage Banlieue’, documentario girato in nell’estate del 2010 nelle periferie parigine, è forse il primo tentativo di rappresentare una piccola parte dell’universo banlieue nella sua vita quotidiana: i quartieri di Bobigny, Villiers-Le-Bel, Saint Denis, Nanterre, La Courneuve furono teatro di scontri violenti con la polizia nel 2005 e nel 2007. Oggi finiscono sui grandi media nazionali solo se scoppia una nuova rivolta. Attraverso il racconto dei residenti della periferia popolare emergono le aspirazioni, la frustrazione, la rassegnazione, ma anche la fierezza e l’orgoglio di essere nati e cresciuti in luoghi che ‘temprano il carattere’.

Reportage e immagini di Luca Galassi, regia e montaggio Claudia Pozzoli, prodotto da Peacereporter.

2011

 

Milano, periferie, frammenti 50′

Regia Daniela Frassoni, montaggio Claudia Pozzoli.

Un viaggio nei luoghi della memoria della periferia milanese.

2006

 

“Ritratti d’artista” 24×30′

Regia Daniela Frassoni. montaggio Claudia Pozzoli. Serie di documentari su artisti contemporanei e gallerie d’arte per Leonardo Sky.

2004

 

Dove pascolavano le api, 36′

L’isola di Marettimo (Egadi-Sicilia) e la sua comunità di pescatori emigrati a Monterey (California)

Produzione Secondo Pensiero, regia Daniela Frassoni, fotografia Luca Tiozzo, montaggio Claudia Pozzoli e Gino Pinetti.

2000